Campeggi tra i vigneti della Lombardia

Guida ai Campeggi e Villaggi per la tua vacanza
Rimuovi tutti

Stelle

Posizione

Servizi

Caratteristiche

Altre nazioni:FranciaSpagnaCroaziaAustriaPoloniaPortogalloGermaniaGreciaSvizzeraMontenegro

Campeggi tra i vigneti della Lombardia

Bicchiere di vino rossoScritta WineGrappolo d'uva rossa

07/11/2018

La Lombardia è la regione più popolosa d’Italia, ricca di città all’avanguardia sotto ogni punto di vista e dalla produzione enogastronomica di tutto rispetto. Trascorrendo le vacanze in uno dei campeggi e villaggi turistici in Lombardia, potrete assaggiare gli ottimi vini prodotti in questa zona dell’Italia settentrionale.

La viticoltura in Lombardia ha origini antichissime e risale fino alla preistoria. Fu durante l’epoca romana, però, che la coltivazione della vite ebbe un grande impulso produttivo, e il miglioramento nella qualità dei vini si raggiunse a partire dalla fine del ‘500 grazie all’introduzione delle tecniche francesi.

Ad oggi la produzione lombarda vanta 5 D.O.C.G., 21 D.O.C. e 15 IGT ed è caratterizzata da una grande diversificazione delle zone di produzione, che si distinguono per condizioni climatiche e geografiche. Le vigne della regione si estendono dai versanti terrazzati della Valtellina, alle aree moreniche del Lago di Garda e del Lago di Iseo, per raggiungere i colli appenninici dell’Oltrepò Pavese e la bassa Padania. I camping lombardi si inseriscono perfettamente in questo splendido e suggestivo panorama vinicolo.

La Valtellina, con il “suo” Nebbiolo chiamato “Chiavennasca”, vanta vini rossi robusti ed eleganti, mentre a sud del fiume Po ci si addentra nella zona dell'Oltrepò Pavese, famosa per essere la seconda area al mondo per la produzione di qualità di Pinot nero, usato anche per la produzione di Metodo Classico in Franciacorta. L'Oltrepò Pavese prevede l'uso di Barbera ed altre uve locali, fra cui la Bonarda (qui chiamata Croatina), la più diffusa e caratteristica. Meno conosciuti ma degni di nota sono il Buttafuoco e il Sangue di Giuda, vini rossi frizzanti.

La produzione di vini bianchi, invece, prevede la vinificazione del Pinot (Bianco, Grigio e Nero vinificato in bianco), del Riesling Italiaco, di Moscati (primo fra tutti il Moscato di Scanzo, la più piccola D.O.C.G. di tutta Italia) e di Malvasie. Molto apprezzati sono anche i bianchi della Lugana DOC, denominazione di origine controllata condivisa con la vicina regione del Veneto. Le uve da cui deriva il Lugana DOC sono grappoli di Trebbiano di Lugana, conosciuto anche come Trebbiano di Soave dalle note intense, fiorite e finemente ammandorlate.

Potrebbe interessarti

Iscriviti alla newsletter
e rimani aggiornato sulle nostre offerte

Scopri il nostro network turistico