Campeggi tra i vigneti della Puglia

Guida ai Campeggi e Villaggi per la tua vacanza
Rimuovi tutti

Stelle

Posizione

Servizi

Caratteristiche

Altre nazioni:FranciaSpagnaCroaziaAustriaPoloniaPortogalloGermaniaGreciaSvizzeraMontenegro

Campeggi tra i vigneti della Puglia

Vigne della PugliaTrulli e vigneti in PugliaVini pugliese

19/12/2018

La Puglia è una regione dalle molte eccellenze e, soggiornando in uno dei suoi campeggi e villaggi turistici, potrete assaggiare anche i suoi ottimi vini. La produzione vinicola pugliese è tra le più importanti in Italia in termini quantitativi. Da alcuni anni, però, i produttori hanno iniziato a dedicarsi maggiormente alla qualità, nella consapevolezza dell’enorme potenziale vinicolo della regione.

La produzione vinicola pugliese affonda le sue origini in tempi remoti: quando i fenici e i greci arrivarono in questa regione trovarono già coltivazioni di vite e non fecero altro che valorizzarle, così come anche gli antichi romani, grandi amanti dei vini pugliesi per la loro indiscussa qualità. Qui la produzione del vino avviene praticamente ovunque, è favorita dal clima e rappresenta non solo una risorsa economica ma anche un legame con la tradizione.

Anche se la Puglia produce ottimi rosé, ottenuti da uve Negroamaro, Primitivo, Aleatico e Malvasia nera, e bianchi, sono i vini rossi ad affermarsi per qualità e popolarità. I migliori vini pugliesi arrivano dal Salento, in cui il terreno presenta clima mite e beneficia della esposizione marittima. Qui si coltiva uno dei vini rossi più amati del Sud Italia: il Primitivo. Definito "Oro di Manduria" e parente molto simile allo Zinfandel californiano, il Primitivo è alla base della produzione di vini intensi, di gran corpo, speziati, fruttati e di ottima persistenza. Oltre al Primitivo, fra i rossi pugliesi non si possono non nominare anche altri due capisaldi: il Nero di Troia, vino dal colore rosso rubino intenso con sfumature di colore violaceo e che viene prodotto soprattutto nelle province di Foggia, e il Negroamaro, il cui nome pare derivare dalla doppia ripetizione della parola nero: in latino (niger) e in greco antico (mavros), viene coltivato soprattutto nella zona del Salento.

La produzione di vini bianchi non va dimenticata ed è di tutto rispetto. Si tratta di vini ottenuti da uve Greco, Fiano e Falanghina. Da ricordare anche il vitigno Verdeca, presente soprattutto nella zona attorno a Gravina, Bari e Taranto, caratterizzato da un profumo fruttato di ananas e bergamotto, piacevolmente sapido al palato, e la Malvasia Bianca Lunga, coltivata principalmente nella zona di Locorotondo.

Potrebbe interessarti

Iscriviti alla newsletter
e rimani aggiornato sulle nostre offerte

Scopri il nostro network turistico