Campeggi nella Sicilia dei vini

Guida ai Campeggi e Villaggi per la tua vacanza
Rimuovi tutti

Stelle

Posizione

Servizi

Caratteristiche

Altre nazioni:FranciaSpagnaCroaziaAustriaPoloniaPortogalloGermaniaGreciaSvizzeraMontenegro

Campeggi nella Sicilia dei vini

Grappolo d'uvaDettaglio di Marsala in SiciliaPaesaggio della SiciliaUva siciliana

17/04/2018

La regione Sicilia è ricca di storia e di attrazioni artistiche e culturali, ma avete mai preso in considerazione un soggiorno in campeggi e villaggi con escursioni dedicate al mondo del vino? Se la risposta è no, dovete assolutamente rimediare al più presto.

La produzione di vino in Sicilia è tra le più antiche attestate al mondo e risale ad almeno 6000 anni fa. Il Marsala, ad esempio, è stato il primo vino DOC della storia vinicola italiana.

Alla fine degli Anni ’50 nacquero in Sicilia le prime cantine sociali che raggrupparono i piccoli produttori vitivinicoli in cooperative. Per decenni la produzione di vino siciliano è stata finalizzata all’ottenimento di vini da taglio per la produzione di vini francesi e piemontesi, grazie alla forte gradazione alcolica, ma dagli Anni ‘70 l'affinarsi delle tecniche di vinificazione ha portato alla nascita di numerosi vini DOC. Ad oggi solo la provincia di Trapani, ad esempio, fino a San Vito Lo Capo, produce il 10% del vino italiano.

Tra i vini a bacca rossa ricordiamo il Nero D’Avola (il più famoso e il più esportato anche all’estero), il Nerello Mascalese e il Nerello Mantellato, prodotti soprattutto nella zona di Messina e Catania, il Perricone, il Frappato, coltivato soprattutto nel ragusano, l’Alicante e altri vitigni introdotti più di recente come il Merlot, il Cabernet, il Sauvignon e il Syrah.

L'unica DOCG Siciliana è il Cerasuolo di Vittoria, prodotto nella zona di Ragusa partendo dal vitigno Frappato.

I vini bianchi sono caratterizzati da profumi e sapori intensi e tra le principali varietà ricordiamo il già citato Marsala, l’Alcamo DOC, l’Etna DOC, il Grillo, l’Inzolia, il Catarratto, il Fiano e lo Zibibbo (Moscato d’Alessandria), la cui coltivazione ad alberello, tipica di Pantelleria, è stata dichiarata dall’Unesco patrimonio dell’umanità, senza dimenticare il Passito di Pantelleria, vino dolce italiano tra i più apprezzati al mondo.

Le Aziende Vitivinicole aprono sempre le proprie cantine ai turisti interessati e li accompagnano in tour organizzati con degustazioni annesse. C’è solo l’imbarazzo della scelta: il numero delle Aziende produttrici di vino è davvero molto elevato e starà a voi decidere se muovervi in maniera autonoma contattando direttamente l’Azienda che desiderate visitare, oppure appoggiarvi alle proposte che talvolta vi fanno gli stessi villaggi turistici in cui soggiornate.

Insomma, di giorno visitare e degustare, di sera riposarsi immersi nella natura dei camping o concedersi una nuotata nel mare cristallino o in piscina: cosa volere di più da una vacanza dal sapore tutto italiano?

Potrebbe interessarti

Iscriviti alla newsletter
e rimani aggiornato sulle nostre offerte

Scopri il nostro network turistico